Un Aprile di ANTIFASCISMO – RETE STUDENTI MILANO

923212_754408007923601_8764917012879690062_n

Un Aprile di antifascismo,di assemblee, dibattiti, grigliate, azioni e serate [LEGGI SOTTO LE INIZIATIVE]

– ASSEMBLEE E DIBATTITI, perchè crediamo che conoscere gli eventi storici sia il primo passo per evitare che qualunque forma di fascismo possa radicarsi nuovamente in italia;

– PRESIDI NELLE SCUOLE, per dare un segnale forte che le scuole, in quanto luogo di cultura, non accettano fascisti e razzisti

– SOCIALITA’, perchè siamo convinti che antifascismo sia anche stare insieme, coinvolgere studenti e studentesse attraverso la musica, dare la possibilità a gruppi e band emergenti di esibirsi

———————————– LE INIZIATIVE ——————————

SABATO 12: Sit-In @ LICEO VICO: https://www.facebook.com/events/359997897474636/?notif_t=plan_user_invited

MERCOLEDI’ 16: ASSEMBLEA LICEO ALLENDE

GIOVEDI’ 24: ASSEMBLEA ITC FALCONE

VENERDI’ 25 APRILE :

09:00 PARTIGIANI IN OGNI QUARTIERE  https://www.facebook.com/events/688102897903331/?ref_dashboard_filter=calendar

11.30 GRIGLIATA RESISTENTE Piazza Abbiategrasso
https://www.facebook.com/events/687729574598898/?ref_newsfeed_story_type=regular

14:30 SPEZZONE STUDENTESCO ANTIFASCISTA: https://www.facebook.com/events/619207801507475/

SABATO 26 APRILE:

15:00 ASSEMBLEA DI AUTOFORMAZIONE SU FASCISMO E RESISTENZA a @ZonaAutonomaMilano

21:00 SERATA STUDENTESCA ANTIFASCISTA a @ZonaAutonomaMilano https://www.facebook.com/events/477698365692623/?ref_dashboard_filter=calendar

MARTEDÌ 29 APRILE:

19:00 CORTEO ANTIFASCISTA-NAZISTI NO GRAZIE! https://www.facebook.com/events/1423188811273459/?ref_dashboard_filter=calendar

 

Posted in Appuntamenti, Azioni, Eventi | Commenti disabilitati su Un Aprile di ANTIFASCISMO – RETE STUDENTI MILANO

Re-Week

1185407_10153223084872588_678649589_n

 

Siamo a Milano, la citta della MODA,del Design dell’Expo, vetrina italiana, che si affaccia sull’Europa e sul mondo. Un incontro fortuito, o meglio, un incrocio fortunato che mischia due soggetti che non si parlano tanto spesso. Militanti dei centri sociali e giovani Designer, animatori diversi  di spazi diversi, pur sempre attori dello stesso scenario, una realtà piena di contraddizioni e di precarietà, fatica, consumismo, appiattimento culturale e cultura del brand; poco, pochissimo rispetto per le idee alternative, per progetti e idee differenti.
All’inizio è una comunicazione difficile, non ci si capisce, le stesse parole hanno senso diverso, ma ci parliamo, discutiamo; ci capiamo.
Vogliamo lanciare un progetto sulla città, vogliamo metterlo in campo nei mesi a venire e culminare in cinque, sei giorni di eventi, nelle stesse date della Design Week di milano, vogliamo creare Re-Week!!!

Da martedì 8 aprile ore 09:00   ZAM Via santa croce 19

Il sito: http://www.re-week.com/

Posted in Appuntamenti, Eventi | Commenti disabilitati su Re-Week

18 GENNAIO SERATA STUDENTESCA @ZonaAutonomaMilano

1525213_703758622988540_442017934_n—————————- SERATA STUDENTESCA ——————————–

Cominciamo l’anno insieme offrendo a tutti i ragazzi e le ragazze di Milano una serata organizzata dagli studenti e dalle studentesse dei collettivi per gli studenti di tutta la città.

Come sempre Alcol a prezzi popolari e gran divertimento.

-Dalle 21.30 Band Studentesche Live
Bad Input
Breakdown69
Mad https://www.facebook.com/WhenWeWereBornWeWereCrazyNowWeAreMad
-Dalle 23.00 Hip Hop con:
ZamHipHopLab
Indy
Mr. Kipling
Cinco (StaleMate Crew)
-Dalle 24.00 DJ set di Ferdinando Amman

#nocops #nopusher #nostalker #noracist

RETE STUDENTI MILANO [Assemblea ogni Lunedì h. 15.30]

Posted in Eventi | Commenti disabilitati su 18 GENNAIO SERATA STUDENTESCA @ZonaAutonomaMilano

16 DICEMBRE: CORTEO STUDENTESCO – Blocchiamo il consiglio regionale!

1450179_685287231502346_1108513702_n

“Che cosa fare per impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di Stato in scuole di partito?
– Rovinare le scuole di Stato. Lasciare che vadano in malora. Impoverire i loro bilanci. Ignorare i loro bisogni.
– Attenuare la sorveglianza e il controllo sulle scuole private. Non controllarne la serietà. Lasciare che gli esami siano burlette.
– Dare alle scuole private denaro pubblico. Questo è il punto. Dare alle scuole private denaro pubblico!”
[P. Calamandrei, 1950]
 

Partendo da questa agghiacciante profezia di uno dei padri della nostra Costituzione, vogliamo analizzare la situazione dei finanziamenti regionali lombardi all’istruzione e lanciare una mobilitazione regionale in difesa della scuola pubblica per Lunedì 16 Dicembre.

Il governo regionale è da poco cambiato, ma non sembra esser cambiato l’indirizzo politico in tema di pubblica istruzione. Il fu governatore Formigoni, durante i suoi anni di governo, caratterizzati da tangenti, accordi mafiosi e privilegi, fece una lotta personale affinché le scuole paritarie ottenessero forti finanziamenti da parte della “res publica”: fondi dei quali anziché le scuole, avrebbero beneficiato le famiglie che decidevano di iscrivere i propri figli in scuole private anziché in istituti pubblici. Loro l’hanno sempre chiamata “dote di sostengo alla libera scelta”, noi lo chiamiamo vergognoso tentativo di smantellare la scuola pubblica e ignobile intrallazzo mafioso con Comunione&fatturazione… Pardon, Liberazione, proprietaria di almeno 150 istituti privati in Lombardia. Accanto a quello che comunemente viene definito “buono scuola”, valido solo per le private, troviamo anche un piano di finanziamenti per le scuole pubbliche, chiamato “dote per il sostegno al reddito”.

Ma veniamo all’oggi: il nuovo governatore leghista Maroni, con la sua giunta di centrodestra, riesce a spingersi dove nessuno aveva mai osato prima, suscitando sentimenti di stupore ed indignazione. Rispetto all’anno scorso, il finanziamento del “buono scuola”, sussidio riservato alle famiglie degli alunni delle scuole private, rimane praticamente invariato, passando da 33 milioni di euro a 30, mentre gli stanziamenti destinati alle famiglie delle scuole pubbliche vengono letteralmente massacrati, passando da 23,5 milioni a 5, al fianco di quelli per il “merito”, che passano da 5 milioni a 0. Riteniamo che già questi dati sarebbero più che sufficienti per parlare di “attentato alla scuola pubblica”.

Ma c’è dell’altro: le condizioni per ottenere il buono sono stabilite in modo da avvantaggiare le famiglie che iscrivono i figli alle scuole private. Infatti, la famiglia che iscrive un figlio a una scuola statale per usufruire del buono deve avere un ISEE inferiore o uguale a euro 15.458 e può ottenere un contributo massimo di 140 euro. La famiglia che iscrive un figlio a una scuola privata deve avere un indicatore reddituale inferiore o uguale a 30.000 euro e può ottenere un contributo fino a un massimo di 1.450 euro. Da notare che l’Indicatore reddituale richiesto per chi iscrive il figlio a una scuola privata, calcolato secondo un meccanismo inventato ad hoc, «considera soltanto la composizione e il reddito del nucleo familiare, ma non il patrimonio mobiliare, né quello immobiliare». Il risultato è che oltre 4.000 beneficiari del buono scuola dichiarano al fisco un reddito tra 100.000 e 200.000 euro annui e che alcuni risultano residenti in zone prestigiose e costose, come a Milano in Galleria Vittorio Emanuele o via Manzoni.

Il mandare il proprio figlio alla scuola privata è un diritto, lo dice la Costituzione, ma è un diritto il farselo pagare? È un diritto che un individuo, se vuole, può esercitare, ma come minimo a proprie spese! Ricordiamo cosa prescrive la stessa costituzione all’art. 33: “enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, SENZA ONERI PER LO STATO”.

NOI, Rete Studenti Milano e CASC Lambrate, riteniamo inaccettabile tale smantellamento sistematico. Crediamo che la scuola pubblica debba ricoprire una funzione vitale e centrale in ogni stato, e non possa in alcun modo essere sostituita da scuole private o paritarie. Individuiamo in Maroni e nella sua giunta, in particolare In Valentina Aprea, i diretti responsabili politici di questa mattanza sociale.


“Fate in ogni momento ciò che in ogni momento è necessario fare”, ripeteva il rivoluzionario Josè Martì :ebbene, il 16 Dicembre è necessario SALVARE la scuola PUBBLICA, il 16 Dicembre è necessario BLOCCARE IL CONSIGLIO REGIONALE!


Invitiamo tutto il mondo della formazione,dai professori agli educatori dal personale ATA ai genitori a scendere in piazza con noi, perchè la scuola pubblica è bene comune, è cosa di tutti, e a tutti spetta il compito di proteggerla!

Posted in Appuntamenti, Comunicati, General | Commenti disabilitati su 16 DICEMBRE: CORTEO STUDENTESCO – Blocchiamo il consiglio regionale!

13-14-15-16-17 NOVEMBRE – 5 GIORNI DI LOTTA, 5 GIORNI DI LABORATORIO STUDENTESCO OCCUPATO!

lsoprov

Il 15 novembre sarà la data di mobilitazione studentesca più condivisa e partecipata di tutto l’autunno. Decine di città scenderanno in piazza, migliaia di studenti faranno sentire la loro voce, centinaia di collettivi studenteschi si stanno organizzando affinchè la data sia la più ampia e condivisa possibile.

A Milano come Rete Studenti Milano e Casc Lambrate, in vista di questa appuntamento, occuperemo uno spazio abbandonato da anni. Occuperemo uno spazio e ne faremo un LABORATORIO STUDENTESCO OCCUPATO, che sia punto di riferimento completamente autogestito per il percorso politico del #15n. Occuperemo uno spazio per dimostrare, ancora una volta, che di spazi abbiamo bisogno, e che Milano, invece, non ha alcuna necessità di stabili vuoti, abbandonati e fatiscenti, portatori di degrado nei quartieri e in città. Occuperemo uno spazio perché siamo schifati dall’imponente colata di cemento che sta sommergendo la nostra città in vista di EXPO, un’operazione compiuta unicamente in ottica speculativa, in quanto nella nostra città esiste un patrimonio immobiliare enorme in disuso pari a circa 400 tra aree e strutture abbandonate [fonte Repubblica] e non sussistono ragioni per giustificare ulteriori ecomostri e nuove devastazioni ambientali. Per noi occupare vuol dire quindi iniziare a ridisegnare la Milano che vogliamo, fatta di aggregazione dal basso, cultura e socialità contro la Milano di Expo, fabbrica di debito e precarietà!

Occuperemo, anzi, libereremo uno spazio per renderlo nuovamente aperto alla città, agli studenti e alle studentesse, ai collettivi e a tutti coloro che vorranno condividere con noi questa esperienza di lotta ed autogestione.
Daremo a questo spazio la veste di Laboratorio perché sarà un luogo nel quale tutti gli studenti di Milano e provincia si metteranno in gioco, analizzeranno le dinamiche socio-politiche di cui vogliamo essere protagonisti e non schiavi, si sperimenteranno nelle pratiche dell’autogestione e, soprattutto, creeranno percorsi politici di mobilitazione partendo dalla formazione personale e collettiva mediante tavoli di lavoro che si susseguiranno durante i 5 giorni.

NOI SIAMO PRONTI, E TU? OCCUPIAMO INSIEME, VIENI MERCOLEDI’ 13/11 ALLE ORE 16.00 AL PARCO VETRA, LATO BASILICHE!

STUDENTI IN MOVIMENTO (Rete Studenti MIlano – Casc Lambrate)

Posted in Appuntamenti, Comunicati, Eventi | Commenti disabilitati su 13-14-15-16-17 NOVEMBRE – 5 GIORNI DI LOTTA, 5 GIORNI DI LABORATORIO STUDENTESCO OCCUPATO!

Collettivi e rappresentanza

L’importanza dei collettivi studenteschi e il perchè della rappresentanza nei consigli d’istituto.

Un collettivo studentesco è un organo interno alla scuola nel quale gli studenti e le studentesse si ritrovano per confrontarsi sui più svariati temi, discutendoli ed analizzandoli. Si parla non solo di problemi interni alla scuola ma anche di tematiche di ordine politico, economico e sociale, che riguardano la vita di ognuno di noi da cittadino all’interno della società. I valori fondamentali che distinguono i collettivi da altre assemblee studentesche – come ad esempio il Comitato – sono la spontaneità e la libertà di partecipazione, e dunque una volontà mossa da principi e valori condivisi, primo fra tutti l’uguaglianza, formale e sostanziale, di ogni studente. Da questo cardine fondamentale derivano innanzitutto il rifiuto delle figure di capi e dirigenti all’interno dei collettivi, la possibilità per tutti i suoi componenti di parlare e analizzare in completa libertà di espressione qualunque tema e il rifiuto di qualunque tipo di prevaricazione.
In conseguenza a quanto sopra scritto, vengono rifiutate ideologie riconducibili a rigurgiti di fascismo e razzismo, storicamente contrari alla libertà di espressione e di partecipazione dal basso, nonchè al rifiuto di un’idea di uguaglianza tra le persone.
Il collettivo, dunque, è definibile quale luogo, fisico e ideale, nel quale gli studenti che lo desiderano, autogestendosi ed autoorganizzandosi, creano momenti di consivisione di saperi (autogestioni o assemblee d’istituto), momenti di protesta (occupazioni o vertenze specifiche), ovvero momenti di mobilitazione esterni alla scuola, coordinandosi con gli altri collettivi. Se si dovesse individuare uno slogan condiviso, questo sarebbe, riprendendo le parole di Gaber, “libertà è partecipazione”.

 

Perché riteniamo di fondamentale importanza l’egemonizzazione delle liste di rappresentanza?

Crediamo che i rappresentanti d’istituto debbano essere solo dei portavoce degli studenti e delle loro esigenze, senza, dunque, avere possibilità decisionale se non quella conferita loro dagli studenti stessi. Dalla nostra idea di collettivo di cui sopra deriva dunque la risposta alla domanda posta. Riteniamo che l’unico luogo dove gli studenti che ne sentano la necessità possano esprimersi e condividere esigenze sia il collettivo, e dunque è l’analisi condivisa di un gruppo di persone quella che poi andrà direttamente sui tavoli del consiglio. Riteniamo inoltre, per concludere, che tutti quegli studenti che decidono di loro spontanea volontà di non partecipare all’assemblea del collettivo, non possano avere la pretesa di vedere soddifatte le proprie richieste, che sarebbero individuali e non frutto di condivisione.

541735_566815596682844_1486835502_n

 

LISTE E CANDIDATI ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Illustreremo ora le diverse situazioni in alcune scuole di Milano e provincia, prese come campione della realtà metropolitana. Sono state individuate le liste dei collettivi, altre liste non politiche, Comunione e Liberazione e gruppi neofascisti.

 

ALLENDE & CUSTODI:

  • Lista del collettivo: ghe pensi mì (4 candidati)
  • Lista di studenti del Liceo Classico

AGNESI:

  • Lista del collettivo (4 candidati)

BRERA:

  • Lista del collettivo

CREMONA:

  • Lista collettivo
  • Lista l’alternativa giusta

GIORGI:

  • Lista del collettivo: informiamoci&partecipiamo – la scuola siamo noi

MANZONI:

  • Lista collettivo: Collettivo Politico Manzoni (8 candidati)
  • Lista giornalino

VARALLI:

  • Lista collettivo: every day is a green day (4 candidati)

VICO:

  • Lista collettivo: mani-festanti (8 candidati)
  • Lista Comunione Liberazione

VITTORINI:

  • Lista collettivo: collettiva-mente (3 candidati)
  • Lista di studenti

VITTORIO VENETO:

  • Lista collettivo: Collettivo Roberto Franceschi (4 candidati)
  • Lista distudenti
  • Lista di studenti

Da questa rilevazione possiamo dichiarare pubblicamente che il lavoro di contrasto categorico a gruppi neofasciti e neonazisti svolto dai collettivi e dai coordinamenti ha portato a risultati vittoriosi e alla conseguente scomparsa di tali gruppi dalla scena politica studentesca di Milano e della provincia. In secondo luogo il legame tra poteri forti, mafia e Comunione & Liberazione, palesatosi grazie al lavoro e alle lotte contro
la regione di Formigoni, è la causa della drastica diminuzione di liste legate al movimento cattolico. Denunciamo pubblicamente che al liceo Tenca la preside si starebbe rifiutando ufficilamente di accettare le candidature degli studenti.
Comunichiamo che,non appena le votazioni saranno concluse, daremo i risultati nelle diverse scuole.

RETE STUDENTI MILANO

Posted in General, Info & Doc | Commenti disabilitati su Collettivi e rappresentanza

IL NEMICO E’ CHI SFRUTTA

Ricomincia la scuola ,inizia un nuovo anno ,ma la storia che ci racconta il governo ,o meglio i governi,è la solita da troppo tempo. Il ministro Profumo ,insieme a tutta la squadra ,che ha fatto suoi i principi opportunistici di confindustria,e più in generale della famigerata Troika,torna all ‘attacco .Meritocrazia e Autonomia ,sono le due parole che fanno da sfondo alla retorica aziendalistica :un’ istruzione in cui possano mettere mano le aziende,manomettendo un servizio pubblico che ha già subito troppi attacchi negli anni chiamando riforma il colpo di grazia. Già ,perchè trasformando i “consigli d’istituto ” in “consigli dell’autonomia” viene mutilata o proprio azzerata la rappresentanza studentesca, mentre viene introdotta la presenza di enti privati finanziatori. Come ben sappiamo un’azienda funzionante mira ad un accumulo di capitale ,e questi interessi non possono certo coesistere con quelli degli studenti e degli insegnanti.La presenza opprimente di una finanziatore privato ,piegato alle logiche speculative ,è sostanza tossica per il principio costituzionale del diritto allo studio e sopratutto per tutti quegli studenti che vedranno l’agenda scolastica dettata da banche,multinazionali e partiti sotto le sembianze di fondazioni. Questo osceno ricatto si sta consumando oggi,in tutt’Italia. Ed è per questo che per uscire dal velo di irrilevanza che abbiamo noi studenti , scenderemo in piazza il 5 OTTOBRE , per ripetere ancora a finti tecnici ,perchè la loro non è tecnica ma cruda politica.Non gli permetteremo di rendere questo servigio a quelllo sporco 1%che ha i suoi tentacoli al palazzo della Regione,Dove inoltre siede la signora Aprea ,una degli ideatori della riforma che,forte dell’approccio della giunta ,sta cercando di rendere effettivo a livello regionale il suo attacco alla scuola .

OCCUPY REGIONE ,5 OTTOBRE H.9.00 LRG. CAIROLI

RETE STUDENTI MILANO

Posted in General | Commenti disabilitati su IL NEMICO E’ CHI SFRUTTA

9 GIUGNO BOTTELLON IN VETRA !! FIGHT FOR YOURS RIGHTS – VOGLIAMO SPAZI,MOVIDA E SOCIALITA’

Siamo la Rete studenti milano, il coordinamento dei collettivi delle scuole di milano e provincia.A seguito del percorso iniziato l’anno scorso sulla riappropriazione degli spazi di questa città anche quest’anno vogliamo dare continuità a fight for your rights.Ovvero un progetto che mette al centro gli spazi e i giovani e di come vivono il contransto con la giunta comunale che dice tanto di delegare gli stessi spazi ai giovani ma che poi nel concreto ci vede coi cancelli del parco chiusi in faccia alle 11 di sera. Il 9 giugno saremo presenti all’interno del parco vetra dalle 15.30 ,dove inizieremo questa giornata con iniziative di aggregazione e socialità, per poi finire con un grande festa che vedrà rivivere uno spazio come il parco fino a notte tarda.Abbiamo pensato di scrivere un’appello come studenti in cui si invita tutta la cittadinza a prendere parte a questo progetto e speriamo che anche chi governi questa città riesca a relazionarsi con tutti i giovani che vogliono vivere a pieno la movida milanese..
9 GIUGNO PARCO VETRA DALLE 15.30 AD OLTRANZA …
-FIGHT FOR YOURS RIGHTS

RETE STUDENTI MILANO .

 

Posted in General | Commenti disabilitati su 9 GIUGNO BOTTELLON IN VETRA !! FIGHT FOR YOURS RIGHTS – VOGLIAMO SPAZI,MOVIDA E SOCIALITA’

NON SI PUO’ MORIRE ENTRANDO A SCUOLA !NO MAFIA

Posted in General | Commenti disabilitati su NON SI PUO’ MORIRE ENTRANDO A SCUOLA !NO MAFIA

Scarcerato Niccolò. Ora libertà per Giorgio, libertà per tutti!

Niccolò è stato scarcerato oggi, due mesi e nove giorni dopo il suo arresto avvenuto il 26 gennaio.

Niccolò non è libero: col provvedimento preso dal giudice per le indagini preliminari questa mattina lo stato di Niccolò passa dalla detenzione in carcere agli arresti domiciliari.

Finisce così finalmente l’assurda (da ogni punto di vita) carcerazione preventiva che Niccolò ha subito in tutto questo tempo, permettendogli finalmente di riabbracciare almeno i suoi genitori.

Niccolò, al pari di tutte le altre persone messe ai domiciliari successivamente all’arresto, ha delle misure restrittive particolarmente asfissianti e vincolanti: deve rimanere sempre in casa presso l’abitazione dei suoi genitori, non può ricevere visite da parte di nessuno che non siano i genitori stessi, non può avere alcuna forma di comunicazione con l’esterno via telefono, internet, posta.

Fino all’ultimo, anche nel momento in cui è stato preso questo provvedimento, l’accanimento nei suoi confronti non è venuto meno: Niccolò è stato costretto ad uscire dal carcere in una macchina della polizia penitenziaria che l’ha scortato sin dentro il cortile di casa, impedendo così ogni possibile contatto, fosse anche solo un’abbraccio, con i suoi amici, compagni, con la sua fidanzata.

Inutile dire che questo tipo di procedura è assai rara laddove invece la norma, in casi analoghi, prevede l’uscita dal carcere del detenuto che autonomamente si reca presso la propria abitazione.

Ora, prima di sviluppare ulteriori considerazioni, ci preme però ricordare alcune cose fondamentali.

Innanzi tutto, come detto all’inizio, ci teniamo a sottolineare che per noi Niccolò non è assolutamente considerabile “libero”: Niccolò è ancora agli arresti, in una forma certo più lieve della cella in cui era detenuto sino a qualche ora fa, ma non è purtroppo ancora nel pieno possesso della sua libertà e indipendenza. Questo – e non solo – ci fa quindi dire che la lotta per la sua liberazione non è assolutamente finita.

E’ inoltre per noi fondamentale ricordare che ci sono ancora altri compagni detenuti, primo tra tutti Giorgio, e che la lotta intrapresa per la liberazione di Niccolò e di tutti i No Tav arrestati non cesserà sino a quando non saranno tutti liberi, dal primo all’ultimo!

Infine, e non certo meno importante, ricordiamo – semmai ce ne fosse bisogno – che la battaglia per la quale Niccolò è stato arrestato è una battaglia viva, ancora in corso e che deve continuare. Il movimento No Tav, nelle sue espressioni più locali e storiche della Val Susa così come nelle sue ramificazioni territoriali, è ancora impegnato per la difesa dei beni comuni, per la salvaguardia del territorio dall’alta velocità e noi continueremo ad essere parte di questo movimento così come lo siamo stati sin’ora.

Un grazie enorme, da parte di tutti noi e soprattutto da parte di Niccolò, a tutte le persone che in questi mesi gli sono state vicine.

Tutte le compagne e i compagni di Niccolò

milanoinmovimento.com

Posted in General | Commenti disabilitati su Scarcerato Niccolò. Ora libertà per Giorgio, libertà per tutti!